luglio 8, 2015

Impianti speciali


Ascensore MRL con fossa e testata ridotta

L’ascensore è conforme al progetto di norma armonizzata EN81-21:2009, specificamente dedicatomrl ai nuovi ascensori installati in edifici esistenti. E’ un modello certificato secondo la Direttiva Ascensori 95/16/CE. Rispetta anche la Direttiva 2004/108/CE sulla Compatibilità Elettromagnetica e la Direttiva Macchine 2006/42/CE per quanto applicabili. La fossa e la testata hanno dimensioni ridotte rispetto agli ascensori tradizionali. L’ascensore è privo di locale macchina. Impianti in deroga: l’installazione è subordinata alla dimostrazione che non è possibile ottenere gli spazi liberi in fossa e/o testata prescritti dalla norma armonizzata EN81-1 e EN81-2, in base all’art. 2.2 dell’Allegato 1 della Direttiva Ascensori 95/16.

I modelli coprono una gamma di varianti molto flessibile per portata, dimensioni, finiture cabine e tipologie di porte di piano e di cabina. L’ascensore è dotato di tutti i dispositivi necessari a garantire una manutenzione semplice e sicura.

Sicurezza

In questo impianto MRL con fossa e/o testata ridotta sono presenti dispositivi specifici, oltre a quelli usualmente utilizzati negli ascensori tradizionali. Per esempio gli arresti mobili garantiscono gli spazi di sicurezza per il manutentore. La manovra di soccorso ai passeggeri si effettua dall’esterno del vano. È disponibile una manovra automatica che porta la cabina al livello di un piano e apre le porte, in assenza di corrente di rete Caratteristica principale di questa tipologia di ascensore è che la fossa      e la testata hanno dimensioni ridotte rispetto agli ascensori  tradizionali. I modelli certificati coprono una gamma di varianti molto flessibile per portata, dimensioni, finiture cabine e tipologie porte di piano e di  cabina. Il quadro di manovra e gli interruttori di forza motrice  e luce sono collocati in un armadio di dimensioni ridotte, anziché in uno specifico locale in muratura.